www.azioni.news: le ultime notizie, gli approfondimenti e un archivio cercabile riguardante le azioni dell'Indice FTSE MIB

lunedì 15 agosto 2022

Nasce Poste Energia (gas e luce)

Poste Italiane entra nel mercato luce e gas con Poste Energia.

Il lancio dell’offerta sul mercato è previsto entro fine 2022.

Poste aspira a diventare uno dei maggiori operatori nel settore energia e raggiungere 1,5 mln di clienti entro il 2025.

Pur senza produrre direttamente gas o energia elettrica, Poste Italiane conta sul proprio elevato potere contrattuale per ottenere condizioni commerciali favorevoli (bassi prezzi di acquisto all'ingrosso) con i fornitori.

A partire da luglio 2022 sono state introdotte le prime offerte dedicate ai dipendenti, cui seguiranno le proposte per le utenze domestiche. 

Tariffe per i dipendenti di Poste Italia

Offerta Poste Energia Luce Dipendenti:

    • Prezzo 0,293 euro/kWh;
    • Energia proveniente da fonti rinnovabili presenti in Italia;
    • Prezzo bloccato per 24 mesi.

Offerta Posta Energia Gas Metano Dipendenti:

 ✶ ✶ ✶ POSTE ITALIANE 
Prezzo 8,53 € 
PE 12m 7,0 
Dividendo 7,74% 
PB 1,05 
Rendimento fondamentale 11,59% 
Target corretto 9,77 € 

Eni acquista impianto di liquefazione galleggiante in Congo

Eni ha firmato un accordo per l’acquisto dell’impianto di liquefazione galleggiante Tango FLNG dalla società belga Exmar, da utilizzare nella Repubblica del Congo

Tango FLNG, consegnato nel 2017, ha una capacità di stoccaggio di 16.100 metri cubi di gas naturale liquefatto (GNL) e una capacità di liquefazione fino a 0,6 milioni di tonnellate all’anno.

Il valore della transazione è compreso tra 572 e 694 mln di dollari, a seconda delle prestazioni dell’unità durante i primi sei mesi in loco.

La chiusura della transazione è prevista per la seconda metà di agosto 2022.

L’impianto sarà utilizzato nell’ambito delle attività del progetto di sviluppo del gas naturale nel blocco offshore Marine XII nella Repubblica del Congo.

Tango FLNG inizierà la sua attività in Congo nella seconda metà del 2023, dopo il completamento dei lavori di ormeggio e di connessione necessari per collegarsi alla rete e all’infrastruttura di Marine XII.

La produzione di GNL da Marine XII fornirà volumi superiori a 3 mln di tonnellate/anno (oltre 4,5 mld di metri cubi/anno).

Nell’ambito del progetto, Eni ed Exmar hanno anche concordato un noleggio di 10 anni per un’unità di stoccaggio galleggiante (FSU), che sarà basata sulla conversione di una nave metaniera.

Exmar fornirà servizi operativi e di manutenzione sia per Tango FLNG che per l’FSU.

Ha dichiarato Eni:

“L’acquisizione di questa struttura consente lo sviluppo di un modello rapido in grado di cogliere le opportunità del mercato del GNL.”

 ✶ ✶ ✶ ENI 
Prezzo 11,6 € 
PE 12m 4,3 
Dividendo 7,57% 
PB 0,79 
Rendimento fondamentale 13,56% 
Target corretto 13,1 €  

domenica 14 agosto 2022

Portafoglio azionario VALUE automatico al 12 agosto 2022

Qui di seguito l'elenco delle azioni italiane che, secondo il nostro algoritmo di selezione, sono quelle da considerare economiche perché presentano contemporaneamente

  • basso rapporto Prezzo ÷ Utili prospettici;
  • basso rapporto Prezzo ÷ Valore contabile per azione.

Sono incluse solo azioni comprese nell'indice FTSE MIB, (escluse Exor e Saipem).

I prezzi e i dati sono aggiornati alla chiusura di venerdì 12 agosto 2022.

  1. A2A
  2. ASSICURAZIONI GENERALI
  3. BANCO BPM
  4. BPER BANCA
  5. ENI
  6. INTESA SANPAOLO
  7. IVECO GROUP
  8. LEONARDO
  9. MEDIOBANCA
  10. PIRELLI
  11. POSTE ITALIANE
  12. STELLANTIS
  13. TENARIS
  14. UNICREDIT
  15. UNIPOL GRUPPO
Fonte: "Redazione Azioni News"

Portafoglio azionario SHORT automatico al 12 agosto 2022

Qui di seguito l'elenco delle azioni italiane che, secondo il nostro algoritmo di selezione, sono quelle da escludere per un eventuale investimento perché presentano contemporaneamente (1) bassa redditività prospettica e (2) basso potenziale di rivalutazione a 1 anno.

  • Per valutare la redditività prospettica facciamo affidamento sul calcolo del Rendimento implicito;
  • Per valutare il potenziale di rivalutazione usiamo il rapporto Target Price / Prezzo di mercato.

Sono incluse solo azioni comprese nell'indice FTSE MIB, (escluse Exor e Saipem).

I prezzi e i dati sono aggiornati alla chiusura di venerdì 12 agosto 2022.

  1. AMPLIFON
  2. ATLANTIA
  3. DAVIDE CAMPARI - MILANO
  4. DIASORIN
  5. FERRARI
  6. INFRASTRUTTURE WIRELESS ITALIANE
  7. RECORDATI
  8. SNAM
  9. TELECOM ITALIA
  10. TERNA
Fonte: "Redazione Azioni News"

Portafoglio azionario LONG automatico al 12 agosto 2022

Qui di seguito l'elenco delle azioni italiane che, secondo il nostro algoritmo di selezione, sono quelle da considerare per un eventuale investimento perché presentano contemporaneamente (1) alta redditività prospettica e (2) alto potenziale di rivalutazione a 1 anno.

  • Per valutare la redditività prospettica facciamo affidamento sul calcolo del Rendimento implicito;
  • Per valutare il potenziale di rivalutazione usiamo il rapporto Target Price / Prezzo di mercato.

Sono incluse solo azioni comprese nell'indice FTSE MIB, (escluse Exor e Saipem).

I prezzi e i dati sono aggiornati alla chiusura di venerdì 12 agosto 2022.

  1. A2A
  2. AZIMUT HOLDING
  3. BANCO BPM
  4. BPER BANCA
  5. ENEL
  6. ENI
  7. INTESA SANPAOLO
  8. LEONARDO
  9. POSTE ITALIANE
  10. STELLANTIS
  11. STMICROELECTRONICS
  12. UNICREDIT
  13. UNIPOL GRUPPO
Fonte: "Redazione Azioni News"

sabato 13 agosto 2022

Variazione settimanale FTSE MIB al 12 agosto 2022

L'indice FTSE MIB è salito nella settimana del +1,70% a 22.970,73 punti.

Trend Indice FTSE MIB



Rendimento implicito (nominale lordo)
FTSE MIB: 9,93% (- 0,03%)
BTP a 10 anni: 3,07% (+ 0,05%)

Inflazione attesa: 2,40%

Rendimento implicito (reale netto)
FTSE MIB: 4,83% (- 0,03%)
BTP a 10 anni: 0,28% (+ 0,04%)

Trend Rendimento Implicito FTSE MIB



N.B. Il rendimento implicito è il tasso che eguaglia il flusso futuro atteso di utili e dividendi all'attuale prezzo di mercato.

Fonte: "Redazione Azioni News"

venerdì 12 agosto 2022

Situazione mercati finanziari al 12-08-2022

Rendimento implicito nominale lordo
FTSE MIB: 9,93%
Btp a 10 anni: 3,07%

Inflazione attesa a 10 anni: 2,40%

Rendimento implicito reale netto
FTSE MIB: 4,83%
Btp a 10 anni: 0,28%

Fonte: "Redazione Azioni News"

FTSE MIB 12-08-2022

Il FTSE MIB sale del +1,70% a 22.970,73 punti.

FTSE MIB 12-08-2022
FTSE MIB 12-08-2022










25 azioni su 40 (63%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Telecom Italia: +6,04%
  • Nexi: +5,07%
  • Banco BPM: +4,04%
  • Unicredit: +2,66%
  • Hera: +1,05%
I risultati peggiori della giornata:
  • Prysmian: -2,86%
  • Amplifon: -1,88%
  • Leonardo: -1,46%
  • Recordati: -1,33%
  • Iveco Group: -0,84%
Dati: Borsa Italiana

Exor ha richiesto il delisting da Euronext Milan

Exor annuncia che oggi, 12 agosto 2022, le sue azioni ordinarie sono state ammesse alla quotazione e alla negoziazione sull'Euronext Amsterdam, con il simbolo "EXO".

Borsa Italiana, su richiesta della società, ha stabilito che il delisting dall'Euronext Milan avvenga il 27 settembre 2022.

FTSE Russell annuncia che Exor sarà rimossa dall'indice FTSE MIB dal 19 settembre 2022.

Il titolo azionario che subentrerà nella composizione dell'indice sarà comunicato il 31 agosto 2022.

     EXOR 
Prezzo 66,0 € 
PE 12m 6,2 
Dividendo 0,73% 
PB -,- 
Rendimento fondamentale -,-% 
Target corretto 74,8 € 

giovedì 11 agosto 2022

Situazione mercati finanziari al 11-08-2022

Rendimento implicito nominale lordo
FTSE MIB: 9,90%
Btp a 10 anni: 3,02%

Inflazione attesa a 10 anni: 2,40%

Rendimento implicito reale netto
FTSE MIB: 4,81%
Btp a 10 anni: 0,24%

Fonte: "Redazione Azioni News"

FTSE MIB 11-08-2022

Il FTSE MIB sale del +0,69% a 22.858,18 punti.

FTSE MIB 11-08-2022
FTSE MIB 11-08-2022








33 azioni su 40 (83%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Telecom Italia: +3,33%
  • Amplifon: +2,99%
  • Diasorin: +2,71%
  • Tenaris: +2,45%
  • Prysmian: +2,02%
I risultati peggiori della giornata:
  • Pirelli: -1,58%
  • BPER Banca: -1,36%
  • Interpump Group: -1,32%
  • Davide Campari-Milano: -0,79%
  • Italgas: -0,63%
Dati: Borsa Italiana

Saipem, contratto da 900 mln di dollari in Angola

Saipem si è aggiudicata tre nuovi contratti (uno onshore e due offshore) da New Gas Consortium per lo sviluppo del giacimento di Quiluma & Maboqueiro al largo della costa nord-occidentale dell'Angola.

Per un valore complessivo di circa 900 mln di dollari, Saipem svilupperà l’ingegneria di dettaglio, il procurement e la costruzione (EPC), inclusa l’assistenza alle attività di allacciamento e di avviamento, della piattaforma di Quiluma nonché del relativo impianto onshore di trattamento del gas naturale.

Si tratta del primo progetto sviluppato in Angola relativo ad un giacimento esclusivamente di gas naturale.

     SAIPEM 
Prezzo 0,814 € 
PE 12m 68,7 
Dividendo 0,00% 
PB 0,73 
Rendimento fondamentale 8,87% 
Target corretto -,- € 

Enel, slitta la cessione di PJSC Enel Russia

Il 16 giugno 2022 Enel ha firmato un accordo di vendita dell'intera partecipazione del 56,43% in PJSC Enel Russia per circa 137 mln di euro

Il 5 agosto 2022 Vladimir Putin ha però firmato un decreto presidenziale che vieta, fino alla fine del 2022, qualsiasi transazione che riguardi partecipazioni azionarie di investitori di "Paesi ostili" (nella lista figura anche l'Italia) in imprese che conducono attività estrattive di rilievo strategico e società che producono e forniscono riscaldamento ed energia elettrica

Per effettuare transazioni di questo tipo serve una specifica autorizzazione del capo dello Stato. 

La vendita bloccata riguarda asset di generazione elettrica che includono circa 5,6 GW di capacità convenzionale e circa 300 MW di capacità eolica in diverse fasi di sviluppo. 

Con la vendita ci sarebbe una riduzione dell'indebitamento finanziario netto consolidato di circa 550 milioni di euro e un impatto negativo sull'utile netto di circa -1,3 mld di euro, principalmente dovuto al rilascio della riserva di conversione cambi. 

 ✶ ✶ ✶ ENEL 
Prezzo 4,98 € 
PE 12m 8,7 
Dividendo 8,38% 
PB 1,47 
Rendimento fondamentale 11,54% 
Target corretto 7,82 €  

Slitta l'OPA su Atlantia

Probabile slittamento a fine settembre o inizio ottobre dell'OPA di Edizione e Blackstone su Atlantia

Il processo autorizzativo della Banca di Spagna e di Banca d'Italia richiederebbe più tempo del previsto.

 ✶ ATLANTIA 
Prezzo 22,6 € 
PE 12m 34,9 
Dividendo 3,58% 
PB 1,35 
Rendimento fondamentale 8,60% 
Target corretto 22,2 € 

mercoledì 10 agosto 2022

Situazione mercati finanziari al 10-08-2022

Rendimento implicito nominale lordo
FTSE MIB: 9,94%
Btp a 10 anni: 2,98%

Inflazione attesa a 10 anni: 2,40%

Rendimento implicito reale netto
FTSE MIB: 4,84%
Btp a 10 anni: 0,20%

Fonte: "Redazione Azioni News"

FTSE MIB 10-08-2022

Il FTSE MIB sale del +0,95% a 22.702,44 punti.

FTSE MIB 10-08-2022
FTSE MIB 10-08-2022





29 azioni su 40 (73%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Prysmian: +3,95%
  • Iveco Group: +3,90%
  • STMicroelectronics: +3,39%
  • FinecoBank: +3,31%
  • Interpump Group: +3,07%
I risultati peggiori della giornata:
  • Tenaris: -1,08%
  • Telecom Italia: -0,90%
  • A2A: -0,84%
  • Banco BPM: -0,78%
  • Eni: -0,59%
Dati: Borsa Italiana

L'Antitrust multa di 5 mln di euro sia UnipolSai che Generali

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato UnipolSai Assicurazioni e Generali Italia per aver adottato, nella fase di liquidazione dei danni RCAuto, una pratica commerciale scorretta in violazione del Codice del Consumo.

In considerazione della gravità e della durata della pratica, l’Autorità ha irrogato a ciascuna società una sanzione di 5 mln di euro, il massimo possibile.

Secondo l’Antitrust, la pratica commerciale è stata realizzata tramite condotte ingannevoli e aggressive.

In primo luogo, le due società hanno attuato comportamenti dilatori, ostruzionistici e/o di ingiustificato rifiuto, in relazione all’esercizio del diritto del danneggiato di accesso al fascicolo del sinistro. 

Risulta, infatti, che UnipolSai e Generali abbiano risposto in ritardo, rispetto ai termini fissati dalla normativa di settore, a numerose istanze di accesso agli atti. 

Nel caso di Generali, il riscontro e/o il rigetto tardivo delle istanze di accesso ha riguardato anche quelle formulate prima della presentazione da parte della società di una offerta risarcitoria o del suo rifiuto, momento in cui il diritto all’accesso non è ancora sorto in capo al danneggiato. 

La compagnia, tuttavia, in questi casi non ha comunicato l’irricevibilità dell’istanza, né ha effettuato l’accesso una volta che l’iter di valutazione del sinistro si è concluso. 

UnipolSai, invece, in alcuni casi ha dato riscontro alla richiesta di accesso mettendo a disposizione la documentazione presso il proprio Centro di liquidazione, anziché inviandola al richiedente.

Al momento di decidere l’ammontare del rimborso, inoltre, le società non fornivano informazioni rilevanti relative alla sua determinazione o alle motivazioni di rifiuto di risarcimento.

Secondo l’Autorità si tratta di carenze idonee ad indurre i destinatari ad accogliere l’offerta risarcitoria o a respingerla senza le informazioni necessarie per contrapporsi. 

Infine, la pratica commerciale è stata realizzata imponendo ostacoli di vario genere all’esercizio dei diritti derivanti dal contratto di assicurazione RC auto e senza rispettare i termini temporali fissati dal Codice delle Assicurazioni Private per la formulazione dell’offerta o per il suo rifiuto. 

Sia nel caso di Generali, sia in quello di UnipolSai, ci sono stati numerosissimi sinistri in cui l’offerta e/o il suo diniego sono stati formulati in ritardo rispetto al termine previsto dalla legge. 

Nel caso di UnipolSai, oltre a ciò, sono stati rilevati ulteriori ostacoli, quali la mancata risposta a richieste provenienti dai consumatori riguardo allo stato della pratica o la difficoltà nella presa di contatto con il liquidatore.

L’Autorità ha pertanto accertato la scorrettezza di questa pratica commerciale, considerata idonea a limitare considerevolmente la libertà di scelta o di comportamento del consumatore in relazione al risarcimento del sinistro.

Sia UnipolSai che Generali Italia dichiarano infondati gli addebiti e preannunciano che intendono impugnare il provvedimento.

 ✶ ✶ ✶ UNIPOL GRUPPO 
Prezzo 4,38 € 
PE 12m 5,0 
Dividendo 7,80% 
PB 0,38 
Rendimento fondamentale 13,62% 
Target corretto 4,81 € 

 ✶ ✶ ASSICURAZIONI GENERALI 
Prezzo 15,2 € 
PE 12m 8,1 
Dividendo 7,63% 
PB 1,25 
Rendimento fondamentale 9,94% 
Target corretto 15,3 € 

martedì 9 agosto 2022

Situazione mercati finanziari al 09-08-2022

Rendimento implicito nominale lordo
FTSE MIB: 9,98%
Btp a 10 anni: 3,06%

Inflazione attesa a 10 anni: 2,40%

Rendimento implicito reale netto
FTSE MIB: 4,87%
Btp a 10 anni: 0,27%

Fonte: "Redazione Azioni News"

FTSE MIB 09-08-2022

Il FTSE MIB scende del -1,05% a 22.488,49 punti.

FTSE MIB 09-08-2022
FTSE MIB 09-08-2022



8 azioni su 40 (20%) hanno chiuso la seduta con una variazione positiva.

I risultati migliori della giornata:
  • Tenaris: +1,01%
  • BPER Banca: +0,81%
  • Snam: +0,58%
  • Assicurazioni Generali: +0,53%
  • Eni: +0,40%
  • Leonardo: +0,40%
I risultati peggiori della giornata:
  • STMicroelectronics: -5,28%
  • Interpump Group: -4,15%
  • Pirelli: -3,38%
  • Amplifon: -2,51%
  • Nexi: -2,44%
Dati: Borsa Italiana

lunedì 8 agosto 2022

Situazione mercati finanziari al 08-08-2022

Rendimento implicito nominale lordo
FTSE MIB: 9,93%
Btp a 10 anni: 3,03%

Inflazione attesa a 10 anni: 2,40%

Rendimento implicito reale netto
FTSE MIB: 4,83%
Btp a 10 anni: 0,25%

Fonte: "Redazione Azioni News"